Arredi shabby chic senza spendere un capitale? Fai da te!

Con l’arrivo della bella stagione si può avere voglia di cambiare gli arredi della propria casa, colori, stile, disposizione. Ma se per fare quest’ultima operazione occorre solo un po’ di buona volontà, per gli altri si deve mettere in conto anche un certo budget di spesa. Cambiare la mobilia, infatti, può costare tantissimo, forse troppo per un semplice “capriccio” stagionale. A essere particolarmente apprezzato in questa stagione è lo stile shabby chic, uno stile fresco, delicato, e molto easy se vogliamo, ma al contempo ricco di suggestioni. Certo, acquistare un letto contenitore una piazza e mezza o anche matrimoniale, può arrivare a costare un pochino, così come acquistare tutta la camera da letto in stile shabby, ma se si vuole risparmiare decisamente sul rinnovo degli arredi, basta cimentarsi con il fai da te.

Cerca dei tutorial sul web

Trasformare dei mobili classici in mobili shabby chic non è difficile, anzi; trasformare dei mobili moderni in stile shabby è pressoché impossibile, più che altro per via delle linee e dei materiali utilizzati. Se quindi la vostra casa è arredata in modo classico, dovrete solo procurarvi il materiale necessario. Per prima cosa però conviene cercare qualche tutorial su youtube, in modo da farsi un’idea del lavoro che si dovrà andare a fare. Se non si sa nemmeno da che parte incominciare, guardare i tutorial è d’obbligo! Comunque non si tratta di un lavoro difficile e possono riuscirci tutti, anche chi ha delle abilità manuali limitate.

Acquistare l’occorrente

Trovare ciò che ti occorre per “shabbare” i vostri mobili non richiederà né un grosso dispendio di tempo, né di denaro. Potete infatti fare la classica chalk casalinga fai da te, una particolare pittura a base d’acqua che ha delle caratteristiche particolari come il fatto che è molto coprente, aderisce benissimo a diversi tipi di superficie e quindi non necessita di una preparazione del mobile con del primer o carta vetrata, infine asciuga abbastanza rapidamente ed è disponibile in commercio in diverse nuance. Questa pittura, però, può essere fatta comodamente anche a casa, sul web si trovano tantissime ricette per prepararla e che consentono di risparmiare sul prezzo finale. Unico accorgimento: una volta che la chalk sarà asciugata bene si dovrà trattare il mobile pitturato con una cera che chiude i pori della tinta.

Come si trasforma un mobile classico in mobile shabby chick

chalk casalingaLa prima cosa che si deve fare è pulire bene il mobile, in modo da togliere qualsiasi residuo di polvere. Se necessario si dovrà passare leggermente la carta vetrata e dare una mano di primer, se si utilizza la chalck, invece, questi passaggi possono essere tranquillamente saltati. Si può quindi procedere con la pittura del mobile che poi si lascerà asciugare per un periodo di tempo congruo, solitamente bastano 12-24 ore. Una volta che il mobile sarà completamente asciutto, si procederà con la creazione dei classici “segni di vissuto” tipici dei mobili shabby.

In poche parole dobbiamo grattare via la pittura con della carta vetrata solo dai punti dove, normalmente, un mobile si logora per via del tempo, quindi spigoli, pomelli, zampe. Si dovrà solo grattare via leggermente la vernice, graffiando, non di certo eliminandola del tutto. Una volta finito si potrà procedere con la stesura della cera o di un protettivo.

Per un effetto provenzale

Se invece volessimo ottenere un effetto provenzale basterà ritagliare dei fiori da un foglio di carta di riso (li vendono nei negozi di bricollage) e si incollerà con una tecnica di decoupage al mobile, anche qui si dovrà passare del protettivo.