Diffusori e casse centrali: il loro scopo all’interno dello spazio audio

Lo storico impianto audio Dolby Surround è anche detto 5.1 poiché monta 5 casse acustiche di cui due laterali frontali, due laterali posteriori, un diffusore centrale anteriore e in più si serve di un diffusore centrale per i bassi, detto sub-woofer poiché si occupa di riprodurre le frequenze più basse, generalmente intorno ai 60 Hertz. Si necessità di un diffusore perché la dimensione del cono è maggiore di quella di una normale cassa acustica e ciò gli permette di vibrare più lentamente a una maggiore intensità sonora, caratteristica che gli permette di riprodurre suoni molto bassi e di dare corpo e centralità al suono. In quest’articolo descriveremo l’importanza che hanno i diffusori centrali nei vari impianti audio.

Basso è bello

Il suono detto “bassoso” è ciò che da corpo all’intera composizione sonora sia che si stia parlando di un sonoro cinematografico che per quanto riguarda le orchestrazioni musicali. A tal proposito, per rendervi conto dell’importanza dei bassi provate ad ascoltare la vostra canzone preferita eliminando tutte le frequenze al di sotto dei 200 Hertz. In un attimo vi accorgerete che il suono meraviglioso che vi faceva sognare ad occhi aperti si è trasformato in qualcosa di sgradevole e metallico, come se la si stesse ascoltando da una lattina vuota. Questo, infatti, è il compito di un diffusore centrale : quello di dare spessore e uniformità al suono complessivo garantendo la fedeltà richiesta nella riproduzione dell’audio.

Perché “centrale”?

Oltre all’evidente ragione legata al posizionamento dello stesso, in un missaggio audio il basso (o in generale le frequenze basse) rappresenta l’elemento che meno deve essere distribuito nell’ambiente, concentrando la sua attività al “centro” dello spazio d’ascolto, essendo le frequenze basse molto dirette e avendo bisogno di molta potenza per esprimersi al meglio. Parlando in termini di fisica acustica, infatti, la vibrazione della membrana del woofer necessita di una maggiore quantità di energia per spostarsi più lentamente (si ricorda che 1 Hertz corrisponde a un’oscillazione che in un secondo si porta sia in avanti che dietro rispetto alla posizione di partenza), ragione per cui a pari volume le frequenze basse sono più resistenti alla refrazione e mantengono la loro uniformità nella lunghezza d’onda. Oltretutto, la nostra percezione delle frequenze basse è molto minore rispetto a quelle comprese tra 1000 e 3000 Hertz (in cui è presente gran parte dello spettro armonico della voce umana) per cui abbiamo bisogno di percepire al meglio le basse e le medio-basse frequenze posizionandoci frontalmente rispetto ad esse.

La riflessione dei bassi e l’importanza di stabilire un punto di ascolto

È consigliabile l’acquisto di un diffusore centrale dotato di bass-reflex frontale, quest’ultimo utile per una migliore dispersione dei bassi e per decentrarne l’effetto al fine di non disturbare la totalità dello spettro armonico. Un bass-reflex è utile anche per evitare vibrazioni indesiderate su mobili, vetri ed altri elementi soggetti alle forti vibrazioni. In un ambiente acustico non adeguatamente trattato, non è raro che la diffusione dei bassi sia eccessiva in prossimità del muro verso cui è direzionato il diffusore, poiché le onde acustiche dei bassi tendono a “tornare indietro” anziché infrangersi e distruggersi come nel caso di quelle superiori ai 200 Hertz. Si consiglia, per questo motivo, il posizionamento del punto di ascolto a 2/3 della stanza e NON al centro della stanza, perché il centro dell’ambiente acustico è quello più soggetto alla formazione di onde acustiche stazionarie che possono causare la cancellazione e/o l’eccitazione di alcune frequenze rispetto ad altre.

Conclusioni

Un diffusore centrale può garantire, oltre al classico impianto stereo o Dolby 5.1, una definizione del suono maggiore, ma bisogna stare attenti a come si usa. Prima di montarlo, è buona norma assicurarsi di aver apportato tutti gli accorgimenti all’acustica della stanza in modo da godere appieno delle facoltà del nostro nuovo acquisto e di aver stabilito un punto di ascolto in cui possiamo godere della totalità del suono.